Migliore Assicurazione Camper 2017

Il Camper ed i vantaggi

Viaggiare in camper è un’esperienza meravigliosa. Chi lo fa con una certa frequenza lo sa bene: è come portarsi dietro casa propria senza tuttavia essere realmente a casa, permette di avere infinite possibilità in termini di cambiamento di itinerari, di giornate di permanenza e di posti da visitare. Chi viaggia in camper non ha bisogno di utilizzare i mezzi pubblici o può comunque ridurre le corse con gli stessi ai livelli minimi e indispensabili, può dormire praticamente ovunque senza avere necessità di sottostare a quelli che sono i costi di un albergo con relative restrizioni in termini di orari di check in, orari per pranzo e colazione e via di seguito.
Insomma, una soluzione praticamente perfetta per chiunque ami viaggiare da “ospite” e non da turista e che abbia voglia di vivere il luogo visitato al 100%, senza doversi limitare negli spostamenti e mantenendo comunque delle sane abitudini, perché il camper è un po’ come una seconda casa ed è quindi possibile dormire comodi, avere una doccia calda sempre a propria disposizione e soprattutto avere a portata di mano pentole e fornelli, per poter mantenere intatte le proprie abitudini alimentari anche in viaggio, cosa utilissima soprattutto se in famiglia c’è qualcuno che necessita una dieta specifica per via di intolleranze, allergie o problematiche legate alla salute.
Il camper ha un costo di vendita non indifferente ed i modelli disponibili sul mercato sono davvero infiniti, un po’ come per le automobili. Ci sono camper “basic” dotati di tutti i comfort ma caratterizzati da un’inferiore qualità costruttiva e da interni economici e camper “luxury”, estremamente lussuosi e pertanto caratterizzati da interni degni della migliore rivista di design e da un’incredibile confortevolezza.
La scelta del camper perfetto dipende da quelle che sono le proprie esigenze e soprattutto dal budget a disposizione. Il mercato dell’usato, in questi casi, può ovviamente aiutarvi nella scelta di un modello di fascia di prezzo medio/alta pagato a metà prezzo o anche meno, la soluzione perfetta per chi vuole spendere poco (o comunque non troppo!) senza però rinunciare all’estetica, alla qualità e alla funzionalità.
L’utilizzo del camper è strettamente legato però ai viaggi, ed è proprio per questo motivo che assicurarlo in maniera adeguata è davvero importantissimo. La scelta dell’assicurazione perfetta non è tuttavia semplice come potrebbe sembrare ed è pertanto assolutamente indispensabile informarsi per tempo e prendere la decisione finale soltanto dopo aver stabilito necessità, bisogni e budget da investire.

Perché assicurare il camper?

Assicurare il camper è necessario, anzi indispensabile, per poterlo utilizzare su strada e metterlo quindi in funzione. La legge italiana lo mette infatti al pari di qualsiasi altro tipo di autovettura e proprio per questo motivo prevede che l’assicurazione (quanto meno la RCA) venga sottoscritta annualmente e pagata con regolarità per potersi spostare ed essere apposto ai fini legislativi, ovviamente il bollo non è escluso dalle tassazioni previste e va pagato annualmente come per qualsiasi altro veicolo.
Quando parliamo quindi dell’assicurazione per il camper dobbiamo fare una bella distinzione tra quella che è l’assicurazione minima RCA, da pagare necessariamente e sulla quale c’è ben poco da chiedersi o convincersi, e l’assicurazione “completa”, che copre invece da rischi di tutt’altro tipo.
La RCA è un’assicurazione di base molto riduttiva, che si limita a garantire la protezione del conducente e (se inseriti nel contratto) di altri eventuali passeggeri e del mezzo stesso in caso di sinistri e imprevisti, l’assicurazione completa è invece tutt’altra storia.
Perché quindi assicurare il camper? Se parliamo di assicurazione di base, bisogna assicurarlo perché serve. E’ necessaria e non è una libera scelta, va fatta e, al massimo, si può provare a risparmiare leggermente sul contratto di base scegliendo una compagnia low cost che garantisca comunque una buona copertura, nulla di meno e nulla di più.
Se parliamo invece di “assicurazione completa” possiamo dire che bisognerebbe assicurarlo per un motivo fondamentale: il camper è legato ai viaggi. L’autovettura comune può limitarsi a muoversi per le vie cittadine o concedersi spostamenti brevi e poco duraturi, mentre il camper è concepito per spostarsi su lunghe tratte ed andare a finire, magari, anche in terre straniere nelle quali la legislazione è completamente diversa rispetto a quella nostrana. I viaggi lunghi portano necessariamente a ritrovarsi lontani da casa e, dal momento che il camper in tutto questo dovrà rappresentare “la casa” di turno, chi vorrebbe vivere in una casa che non sia adeguatamente protetta da ogni rischio?
Pensate al camper come ad un appartamento: i rischi si moltiplicano in maniera esponenziale perché, laddove l’appartamento sta fermo, il camper si sposta e va incontro a intemperie, rischio di furti, rischio di andare a finire in zone sterrate e/o in quartieri poco affidabili, rischio di riportare dei danni interni che per essere riparati richiedono inevitabilmente l’intervento non di un meccanico qualsiasi ma di un meccanico esperto del settore, spesso difficilissimo da reperire. Insomma, il camper andrebbe assicurato per tutta una serie infinita di motivi…ma la convenienza è reale? Lo scopriremo assieme.

Assicurare il camper conviene?

Assicurare il camper scegliendo di sottoscrivere un contratto assicurativo differente dal classico RCA e molto più completo, sotto ogni punto di vista, conviene ma soltanto in alcune situazioni.

Chi si sposta poco non ne ha di certo poi tutta questa necessità. L’RCA basta e avanza a coprire i danni relativi ai sinistri e agli imprevisti alla guida e può essere implementata con tutta una serie di servizi aggiuntivi (come la copertura contro furto e incendio) che fanno lievitare il prezzo ma che garantiscono un’ottima copertura e uno spettro abbastanza ampio di servizi. La maggior parte dei viaggiatori potranno servirsi di assicurazioni di questo tipo per proteggere se stessi e i propri cari senza alcuna difficoltà e senza dover sborsare cifre troppo esose.
Chi si sposta più spesso e per tratte più lunghe, specie se all’estero, troverà sicuramente maggiore convenienza nello stipulare un contratto di assicurazione più completo, che sia anche una sorta di “assicurazione di viaggio” e che non si limiti quindi soltanto alla copertura della vettura assicurata ma anche a fornire uno spettro di servizi che copra i viaggiatori a trecentosessanta gradi.
La convenienza in questi casi sarà data soprattutto del fatto che, anche il più fortunato dei viaggiatori, potrebbe avere prima o poi (anzi, probabilmente ne avrà bisogno spesso!) di uno dei servizi offerti dall’assicurazione, e pagherà pertanto una cifra molto alta per stipularla ma sarà al tempo steso ripagato nel momento della difficoltà e potrà usufruire di un servizio pensato su misura senza doversi stressare troppo e senza rischiare di ritrovarsi in terra straniera senza nessuna idea su come muoversi e senza alcuna via d’uscita.

Riassunto: assicurare tra pro e contro

Per fare un po’ di chiarezza, arrivati a questo punto, sarà necessario un breve riassunto di quelli che sono i pro e i contro della faccenda.
Prima di tutto, quanto potete spendere per la vostra assicurazione? Siete già coperti da altre assicurazioni di viaggio o ne siete completamente sprovvisti? Avete intenzione di assicurare soltanto la vettura o preferite invece sentirvi più tranquilli assicurando in primis il conducente e successivamente tutti i membri della famiglia che potrebbero decidere di partecipare al viaggio? Quanti giorni/settimane starete via con il vostro camper? Quante volte all’anno pensate di partire e di poter quindi sfruttare la vostra assicurazione?
Detta così potrebbero sembrare banalità, ma in realtà sono le domande fondamentali che dovreste porvi se desiderate realmente mettere al sicuro voi e la vostra famiglia senza tuttavia rischiare che la cosa diventi sconveniente.
Se pensate già che utilizzerete il vostro camper molto spesso, con una frequenza di almeno tre o quattro volte l’anno e per viaggi dalla durata medio lunga, che vadano da un minimo di una settimana a un massimo di tempo non ancora definito, probabilmente l’assicurazione completa potrebbe portarvi soltanto ad avere degli innumerevoli vantaggi.

Sareste coperti al 100% da ogni possibile disavventura e con voi sarà coperta anche la vettura, che non dimentichiamolo si troverà a centinaia (se non direttamente migliaia) di chilometri da casa propria e non avrà a disposizione il meccanico di fiducia preposto a ripararla in caso di danni. Pro della faccenda, quindi, il fatto di poter viaggiare sereni senza preoccuparvi troppo del camper stesso, che sarebbe pienamente coperto anche in caso di spiacevoli furti o saccheggiamenti.

I contro, in questo caso, sono praticamente irrilevanti. L’assicurazione completa ha un prezzo decisamente rilevante ma in questo caso lo stesso sarebbe pienamente ammortizzato dalle necessità richieste da spostamenti così lunghi e anche così frequenti, con annessi rischi e pericoli. Nel caso in cui, invece, aveste acquistato il camper con la sola prerogativa di spostarvi per le vacanze estive e magari per tratte non estremamente lunghe o che comunque vi portino a rimanere sul territorio italiano, forse l’assicurazione completa non è la cosa che fa di più al caso vostro. I pro in questo caso ci sarebbero ma non risulterebbero “salvavita” come nel primo caso; con a disposizione la vostra lingua madre, gli ospedali pubblici e tutte le forze dell’ordine, non sarà di certo un problema far fronte ad ogni eventuale imprevisto, che vada dall’incidente stradale al furto della vettura. Come contro avreste invece la necessità di pagare una cifra mediamente elevata per usufruire ben poco dei servizi offerti.

Migliore assicurazione Camper 2017: breve elenco delle assicurazioni più sicure

Il web è pieno di agenzie che offrono servizi assicurativi per camper ad un buon prezzo e che garantiscono anche una copertura eccellente. I servizi offerti vanno solitamente a pacchetto ed è possibile scegliere e selezionare soltanto quelli più consoni alle proprie esigenze oppure affidarsi ad un pacchetto full optional per dormire sonni tranquilli ed essere sicuri di ottenere una copertura totale.
Tra le assicurazioni camper migliori del 2017 possiamo citare:
– Polizza agenzie Toninelli, leader del settore assicurazioni online da decenni
– Genialloyd, del gruppo Lloyd, affidabile come poche e che non ha di sicuro bisogno di ulteriori presentazioni
– D’orazio Srl, un po’ meno conosciuta ma sicuramente valida
– MIOASSICURATORE, la più intuitiva e quella con il sito web migliore
– Rcamper, quella con il nome più simpatico e sicuramente la più completa in termini di servizi offerti.

Come scegliere la migliore assicurazione Camper 2017?

Scegliere la migliore assicurazione camper 2017 non è poi così difficile come potrebbe sembrare. Nel paragrafo precedente vi abbiamo illustrato quelle che sono le agenzie più in voga del momento e anche le più affidabili, ma ciò non deve limitarvi nell’effettuare le vostre ricerche e scegliere quello che fa davvero di più al caso vostro.
Per trovare l’assicurazione perfetta, vi consigliamo innanzi tutto di visitare i siti web delle singole agenzie citate qui sopra e di spulciare per bene tra i servizi offerti.

Scaricare i fogli informativi potrebbe essere un ottimo modo per ottenere una panoramica davvero completa dei servizi sottoscrivibili, incluse clausole e postille da leggere con attenzione poiché contenenti informazioni assolutamente fondamentali e che, solitamente, vengono tralasciate negli annunci pubblicitari e a volte perfino dagli agenti stessi, che evitano di fornire informazioni dettagliate per non scoraggiare i potenziali clienti in fase d’acquisto.
Una volta letti i documenti informativi, selezionate almeno 2 compagnie tra quelle che vi ispirano maggiore fiducia e cercate informazioni online sulle stesse.

I forum dedicati ai viaggiatori saranno sicuramente pieni di recensioni dei clienti che potrete leggere e rileggere e che di sicuro vi aiuteranno ad avere una panoramica ancora più completa di quella che è la serietà del servizio al quale deciderete di fare affidamento. Dopo di che, confrontate i prezzi e se necessario contattate direttamente le compagnie assicurative stesse.

E’ molto probabile che in questo modo riusciate infatti ad ottenere un contatto diretto con gli agenti di zona o con un agente telefonico e che questi ultimi vi illustrino al meglio le offerte proposte, indirizzandovi verso la scelta migliore.
Nulla di più semplice!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *