Vacanze in auto: come viaggiare in sicurezza?

Non sono pochi gli italiani che optano per i viaggi in auto, per poter godere e gestire liberamente tempistiche, soste, itinerari, problemi di bagaglio ecc.

Tuttavia, chi vuole raggiungere la meta con il proprio veicolo deve controllare con attenzione lo stato di salute dell’auto prima di mettersi in viaggio.

Infatti partire senza fare un adeguato check up può compromettere le agognate ferie e mettere a repentaglio la sicurezza propria e degli altri.

Vacanze in Auto: i controlli da effettuare prima di partire

Per viaggiare in sicurezza, senza correre inutili rischi è necessario effettuare alcuni controlli. Vediamoli assieme.

Come prima cosa bisogna verificare che la revisione dell’auto sia in regola. Se non lo fosse rivolgersi subito a un’officina specializzata per effettuare tutte le verifiche.

Inoltre è importante controllare il livello dell’olio del motore, il liquido lavavetri, lo stato delle spazzole tergicristallo, il funzionamento di tutti i fari e dell’aria condizionata.

Inoltre, prima di partire per le vacanze in auto, è necessario controllare la pressione dei pneumatici e lo spessore del battistrada, ruota di scorta inclusa. Non dimenticate di verificare che nel bagagliaio ci siano tutti gli strumenti necessari per l’ eventuale cambio ruota, il cric, il triangolo segnaletico, il gilet  e le pettorine catarifrangenti.

Chi viaggia con i bambini deve assicurarsi che i piccoli viaggino su seggiolini omologati e adatti alla loro età.

Viaggi in auto e l’assicurazione auto

Uno degli aspetti più importanti da controllare prima di partire per le vacanze in auto è la documentazione da esibire ad eventuali controlli. Bisogna verificare di avere:

  • libretto con timbro di revisione aggiornato;
  • patente valida;
  • assicurazione auto completa di carta verde nel caso di viaggi all’estero.

Assicurazione Auto: la garanzia accessoria necessaria per i viaggi in auto

Per quanto riguarda l’assicurazione auto, se si effettua un viaggio è fortemente consigliato godere dell’assistenza stradale, per evitare spese onerose nel caso in cui il veicolo resti in panne. Questa infatti risarcisce le spese sostenute per il recupero e il trasporto fino al primo centro di assistenza o officina.

Attenzione alle possibili limitazioni di distanza entro la quale la clausola assistenza stradale entra in vigore e verificare che preveda sempre, possibilmente senza aumenti di premio, la fornitura di un veicolo sostitutivo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *