Assicurazione animali

L’assicurazione animale nasce da un semplice, quanto incontestabile fatto oggettivo: il proprietario di animali risponde, da un punto di vista legale, dei danni causati dal proprio animale, siano essi provocati verso cose, animali o persone.

L’obbligo dell’assicurazione animali riguarda, però, solo certe razze di cani, ovvero quelle iscritte nel novero delle razze pericolose per il Ministero della Sanità. Per quanto riguarda questi animali, la polizza, valida anche per la responsabilità civile, è un obbligo, ma la sua utilità è molto più generale, risultando pertinente per tutti i possessori di animali domestici.

L’assicurazione animali è infatti capace di tutelare non solo dai danni prodotti, ma anche dalle spese veterinarie per la cura dell’animale, quelle per i farmaci e per la durata del ricovero in una struttura ambulatoriale e per eventuali interventi chirurgici. Insomma, una forma di tutela che opera a 360 gradi.

Dal punto di vista della responsabilità civile, inoltre, ogni cane, non solo quelli ritenuti pericolosi dai dispositivi legislativi, palesa la tendenza a sviluppare dei comportamenti aggressivi in certe circostanze, ed è preferibile allora avere una tutela per ogni danno prodotto verso persone terze.

La polizza copre solo i danni ad altre persone, mentre per le cose altri o animali altrui, le spese di risarcimento restano a carico dell’assicurato, ovvero il proprietario del cane. Vi sono comunque delle estensioni assicurative mirate a coprire tali eventualità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *